Napoli: discarica a cielo aperto

Non sono mai stato a Napoli e un po mi dispiace. Visto poi le montagnette di rifiuti che si sostituiscono ai viali alberati, non penso che sarà domani che ci andrò a fare un giro. Non per togliere nulla ai cittadini napoletani ma gironzolare per le vie della città non mi pare molto salutare. Malgrado Berlusconi abbia dichiarato a colpi di manganello e costruzione di “termovalorizzatori” che  alla fine sono solamente inceneritori, la fine dell’emergenza rifiuti in Campagna e in particolare a Napoli. Le immagini del filmino ne dimostrano il contrario. La testimonianza di diversi napoletani, denuncia la montagna di menzogne lanciate dal governo in tutti questi mesi. Il regime ha dovuto far intervenire l’esercito per calmare gli animi dei residenti “ribelli e sovversivi” (probabilmente tutti quanti comunisti). Manganellata sulla testa di donne, anziani e padri di famiglia che come unica colpa hanno quella di non volere vivere accanto ad un inceneritore produttore di diossine e nano particelle, colpa di non volere una discarica sulla strada di fronte alla porta di casa. Colpa di volere la raccolta differenziata piuttosto che inceneritori!

Strutture già esistenti ma mai utilizzate come spesso succede in Italia che eviterebbero la costruzione di inceneritori…ma si sa è tutto un business tra mafia e stato

Napoli: discarica a cielo apertoultima modifica: 2009-05-25T09:26:00+02:00da liberocentauro
Reposta per primo quest’articolo

Un pensiero su “Napoli: discarica a cielo aperto

Lascia un commento