Regionali: Gli altri non sono nulla

Per i due partiti maggiori tutti gli altri non sono nulla. Per il PD ed il PDmenoelle, la corsa alle regionali si fà in due. Tutti gli altri sono voti persi.

Il 17 marzo 2010, Giovanni Floris ha moderato al Circolo della Stampa di Torino un confronto tra i candidati Presidenti della Regione Piemonte. Ne sono stati invitati solo due: Mercedes Bresso Pdmenoelle e Roberto Cota Pdl. Il terzo candidato, Davide Bono del Movimento 5 Stelle è stato escluso nonostante le richieste di partecipazione. I ragazzi del MoVimento, tra cui Davide Bono, sono andati ugualmente, ma sono stati allontanati a forza. Pdl e Pdmenoelle si mantengono in vita a vicenda con l’aiuto dei Floris, dei Vespa e dei Fazio. Vogliono la TAV in Val di Susa, privatizzare l’acqua e costruire inceneritori. Hanno fatto approvare insieme con il voto o con l’astensione ogni porcata, dall’indulto allo Scudo Fiscale. Vogliono i dibattiti a due. Noi siamo gli “altri“. Se uno solo dei ragazzi del MoVimento entrerà in Regione sono finiti. Con lui entrerà la Rete. Dovranno rendere conto di ogni loro azione ai cittadini.
Scaricate e fate circolare a tutti i vostri amici che votano in Piemonte l’appello a 5 stelle: Appello MoVimento a 5 stelle Piemonte

La rivoluzione comincia dal basso. MoVimento a 5 stelle per cambiare una politica di corrotti e corruttori. Di presuntuosi e prepotenti. Diamo loro una lezione!

Regionali: Gli altri non sono nullaultima modifica: 2010-03-23T08:26:00+01:00da liberocentauro
Reposta per primo quest’articolo

Un pensiero su “Regionali: Gli altri non sono nulla

Lascia un commento